Scopri San Salvario

Vent’anni fa era un quartiere in crisi, attraversato dalle contraddizioni tra storica identità pluralista – qui nella seconda metà dell’Ottocento si costruiscono la prima sinagoga pubblica con la scuola ebraica e il tempio valdese – e le migrazioni del quartiere più vicino alla stazione. Oggi potremmo dire che è vittima del suo stesso successo, e il problema più importante del quartiere è diventata l’attrattività dei suoi molti locali. In questa grande trasformazione, “Sansa” è rimasto un villaggio intorno al suo mercato, vicino al suo parco, in cui la città incontra il mondo e diventa più aperta, unendo identità e differenze in una nuova qualità della vita che traspare dalle case storiche ristrutturate, negli spazi pubblici riconquistati – da poco anche Corso Marconi, che da parcheggio sta diventando la ‘rambla’ torinese, negli spazi di lavoro creativo e artigianato urbano che affiancano le botteghe storiche del quartiere, nelle ottime scuole in cui si mescolano lingue ed origini in una nuova generazione di torinesi.

Progetta il tuo Cohousing

crea il tuo Cohousing per organizzare e salvare tutte le tue idee

Vuoi salvare la tua selezione?