cohousing mutui

Il Real Estate deve pensare fuori dagli schemi: cohousing come innovazione

Lo scorso ottobre l’ADI design museum di Milano ha ospitato Foresight 2021, evento annuale che delinea i trend di sviluppo dell’economia urbana nazionale, organizzato dallo studio di architettura e ricerca milanese Lombardini 22.

Come sarà davvero il futuro delle città e come si realizzerà?

A partire dalla necessità di ripensare gli spazi della vita urbana, in particolare quelli abitativi e residenziali, emergono durante il Foresight 2021 trend innovativi per il real estate, come sostenibilità ambientale, nuove declinazioni dell’housing, la città dei 15 minuti.

cohousing mutui

Il potenziale sociale del cohousing

La prima componente che detta nuove linee di intervento è quella sociale. Emerge infatti la domanda per una dimensione più umana, più comunitaria e condivisa dell’abitare, in grado di contrastare la frammentazione sociale e la solitudine da questa derivante. In questo senso vengono valorizzati i progetti di spazi condivisi e comuni capaci di dettare nuovi paradigmi architettonici.

Una seconda componente rilevante è quella demografica, in riferimento al trend crescente dell’invecchiamento della popolazione globale. «Entro questo secolo – ha spiegato Alessandro Rosina, Ordinario di Demografia all’Università Cattolica di Milano – per la prima volta la popolazione mondiale non crescerà».

Questo andamento porta all’attenzione la dimensione della cura ed una richiesta di maggiore qualità di spazi dell’abitare sempre più ibridi. Questi ultimi devono infatti sapere accogliere una comunità mista, e devono poter soddisfare i bisogni di ogni età.

Con l’obiettivo di produrre «una società più giusta e meno diseguale – ha detto Alessandro Mele, direttore generale di Cometa Researchsi deve lavorare al centro e in periferia rigenerando edifici in disuso o creando spazi ex novo in grado di rendere sostenibile l’abitare e l’utilizzo della città per accogliere le nuove esigenze della vita contemporanea».

Questi trend delineati dalle giornaliste del Sole 24 ore Paola Dezza e Laura Silvestri, evidenziano l’elevato potenziale del cohousing. Si tratta infatti di un modello che per i suoi caratteri di condivisione, sostenibilità sociale, economica e ambientale, si rivela capace di rispondere ai bisogni della vita presente e futura. I progetti che Homers propone sono allineati a questi trend, sviluppando a Torino ed in altre città italiane, nuovi modelli abitativi che riscattano edifici in abbandono e quartieri periferici, come il cohousing di via Banfo nel quartiere Barriera di Milano; producendo nuovi paradigmi architettonici che soddisfano i bisogni delle comunità e stimolano la produzione di modelli abitativi che fanno della casa un fattore abilitante e un luogo di cura.

 

FONTI

Newsletter Il Sole 24 ore

Cometa Research:  https://cometaresearch.org/cometa-research

Foresight 2021: https://foresightmilano.it/

No Comments

Post a Comment

Vuoi salvare la tua selezione?